Questo nuovo modo di fornire estrogeni potrebbe aiutare le donne con osteoporosi

Varietà di farmaci chemioterapici in fiale e flacone per fleboclisi.— Unsplash
Varietà di farmaci chemioterapici in fiale e flacone per fleboclisi.— Unsplash

I ricercatori hanno trovato un romanzo estrogeno metodo di consegna che potrebbe portare a terapie più efficaci per le fratture ossee femminili.

Gli scienziati hanno scoperto che una singola iniezione localizzata di estrogeni su un osso rotto in un ratto in postmenopausa può accelerare il processo di guarigione. Uno di questi ricercatori è il dottor Charles Chan, assistente professore di chirurgia presso la Stanford University.

A causa dell’abbondanza di studi che si concentrano specificamente sugli animali maschi, non ci sono molti studi come questo.

“La maggioranza di cellula staminale la ricerca viene effettuata su animali maschi. C’è pochissima ricerca che è stata effettivamente fatta sulle femmine. La ricerca è attesa da tempo, in particolare la questione del perché le donne guariscono in modo diverso dagli uomini. Il dottor Chan ha detto alla Wu Tsai Alliance.

Il dottor Chan e il dottor George Yang, professore di chirurgia presso l’Università dell’Alabama a Birmingham, sono giunti alle seguenti realizzazioni, che hanno portato all’inizio dello studio:

1. I tessuti nell’osso sono organi viventi che vengono costantemente creati e ricostruiti.

2. I sistemi immunitari maschili e femminili sono diversi.

3. Il midollo osseo di una persona, un tessuto molle con cellule staminali, è dove viene prodotto il suo sistema immunitario.

Gli scienziati hanno iniziato a considerare se le cellule staminali potessero essere la causa della disparità tra il modo in cui uomini e donne guariscono. Così hanno deciso di indagare se le cellule staminali scheletriche di uomini e donne sono diverse.

I ricercatori hanno ottenuto questo risultato rimuovendo chirurgicamente le ovaie dai topi femmina per simulare la menopausa. Quindi, per fornire estrogeni localizzati all’osso rotto, hanno impiegato qualcosa di simile a una pillola frantumata che è stata applicata direttamente sull’incisione.

I topi privi di ovaie sono stati in grado di riprendersi più rapidamente grazie a questa procedura. Inoltre, ha dimostrato come i topi femmina in post-menopausa potrebbero riprendersi da soli grazie agli estrogeni localizzati. La somministrazione di estrogeni non ha avuto effetto sui topi maschi.

Le donne in menopausa che ricevono iniezioni di estrogeni possono beneficiare di ossa più forti. Tuttavia, gli estrogeni possono aumentare la possibilità di cancro al seno, cancro alle ovaie e altre malattie quando vengono iniettati in tutto il corpo anziché in un solo punto. Questi pericoli sono più facili da evitare con gli estrogeni iniettati per via sistemica.

Possiamo trattare le fratture ossee senza usare estrogeni sistemici dato che sappiamo che le cellule staminali scheletriche esprimono i recettori da sole. Di conseguenza, se Nana scivola e si rompe i fianchi, possiamo riparare il suo bacino e rilasciare alcuni estrogeni localmente per incoraggiare la guarigione delle ossa, secondo il dottor Chan.

A causa dell’osteoporosi, una donna su due si romperà un osso nel corso della sua vita. L’incidenza è più alta nelle donne rispetto a cancro al seno, infarti e ictus combinati.

Le future donne anziane che soffrono di osteoporosi o fratture ossee potrebbero beneficiare della ricerca del team. Potrebbe anche essere utile per le procedure di impianto dentale e la chirurgia per la transizione di genere.

Source link

Previous post L’Italia ha delle regole Covid in vigore per i visitatori?
Next post TikTok testa i video panoramici in grande scossa