Lo studio mostra che “l’amore” può guarire fisicamente il tuo cuore danneggiato

Salute

Due persone tengono un cuore di carta.  — Spruzza
Due persone tengono un cuore di carta. — Spruzza

L’ossitocina chimica, chiamata anche “ormone delle coccole” o “ormone dell’amore”, rilasciata quando le persone si impegnano in attività calde e amorevoli come abbracciare, accarezzare, allattare un bambino e relazioni fisiche tra partner romantici potrebbe diventare un trattamento per chi ha il cuore fisicamente danneggiato.

Gli esperti della Michigan State University hanno affermato che l’ossitocina può aiutare la guarigione del cuore aumentando la produzione di cellule staminali.

I ricercatori hanno sperimentato su zebrafish e tessuti umani cresciuti in laboratorio.

L’autore senior dello studio, il dottor Aitor Aguirre, ha affermato che i loro risultati hanno mostrato che l’ormone era “in grado di attivare meccanismi di riparazione del cuore nei cuori feriti nel pesce zebra e nelle colture cellulari umane”.

Prodotto nell’ipotalamo del cervello, l’ossitocina è responsabile del piacere romantico e sessuale e si crede addirittura che migliori la fertilità nelle donne. Stimola sentimenti positivi anche durante l’esercizio.

Un recente studio di ricerca pubblicato sulla rivista Frontiere nella biologia cellulare e dello sviluppo mostra che questo ormone delle coccole può fare molto di più. Può creare più cellule staminali dallo strato protettivo del cuore, l’epicardio. Successivamente, queste cellule staminali crescono in cardiomiociti che possono generare contrazioni cardiache.

Dopo incidenti medici come un infarto, l’organo può essere danneggiato con la distruzione di molti di questi cardiomiociti. I risultati fanno sperare che l’ossitocina possa aiutare a ri-sviluppare queste cellule cruciali.

In condizioni naturali, la rigenerazione del cuore umano non è efficiente e sufficiente. Tuttavia, i pesci zebra hanno una straordinaria capacità di rigenerare gli organi dopo che i predatori li hanno morsi. Può persino rigenerare il cervello, la retina e le ossa.

Il “proiettile magico”? A quanto pare, ossitocina.

Fortunatamente, qualunque cosa gli scienziati abbiano osservato che l’ossitocina stava facendo per il pesce zebra è stata osservata anche nel tessuto umano in coltura. Ha trasformato le cellule staminali pluripotenti indotte dall’uomo (hIPSC) in EpiPC.

“Questi risultati mostrano che è probabile che la stimolazione da parte dell’ossitocina della produzione di EpiPC sia evolutivamente conservata negli esseri umani”, ha affermato Aguirre.

Ha aggiunto che i benefici potrebbero essere “enormi” se i pazienti venissero trattati con l’ormone.

Source link