La Gates Foundation ha promesso 1,2 miliardi di dollari per eradicare la polio

Salute

Bill Gates.  Foto: AFP/file
Bill Gates. Foto: AFP/file

BERLINO: Domenica la Bill and Melinda Gates Foundation si è impegnata a investire 1,2 miliardi di dollari per eliminare la poliomielite mentre esperti sanitari di tutto il mondo si sono riuniti per un vertice a Berlino.

“L’eradicazione della poliomielite è a portata di mano. Ma per quanto siamo arrivati, la malattia rimane una minaccia”, ha dichiarato Bill Gates, co-presidente della fondazione.

La somma sarà devoluta alla Global Polio Eradication Initiative (GPEI), un partenariato pubblico-privato guidato dai governi nazionali che mira a porre fine alla malattia entro il 2026.

La poliomielite è una malattia altamente contagiosa causata da un virus che entra nel sistema nervoso centrale e danneggia le cellule del midollo spinale e del cervello.

La malattia può essere fatale e coloro che sopravvivono rimangono spesso paralizzati o con arti atrofizzati e contorti.

La poliomielite colpisce più spesso i bambini di età inferiore ai cinque anni, ma può colpire chiunque non sia vaccinato.

Dal suo lancio nel 1988, il GPEI ha contribuito a ridurre i casi di poliomielite di oltre il 99% in tutto il mondo e ha prevenuto oltre 20 milioni di casi di paralisi, ha affermato la fondazione in una nota.

Pakistan e Afghanistan sono gli unici due paesi in cui il poliovirus selvaggio rimane endemico, sebbene anche Malawi e Mozambico abbiano rilevato casi di polio selvaggio importati nel 2022.

“Nonostante questi progressi storici, le interruzioni nelle vaccinazioni di routine, la disinformazione sui vaccini, i disordini politici e le tragiche inondazioni in Pakistan nel 2022 hanno sottolineato l’urgente necessità di finire il lavoro contro la poliomielite”, ha affermato la fondazione.

Un’altra preoccupazione è che “i paesi che avevano precedentemente eliminato tutte le forme di poliovirus hanno recentemente segnalato nuovi rilevamenti del virus”, come la Gran Bretagna e gli Stati Uniti, ha affermato.

I partner della GPEI includono l’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS), il Rotary International e i Centri statunitensi per il controllo e la prevenzione delle malattie (CDC).

Source link