Incontra il bambino che ha subito un intervento chirurgico nel grembo materno

Salute

Tobi Maginnis è nato con un peso sano di sette libbre e 13 once, senza complicazioni mediche.— UC Davis
Tobi Maginnis è nato con un peso sano di sette libbre e 13 once, senza complicazioni mediche.— UC Davis

A 25 settimane di gravidanza, la futura madre Michelle Johnson ha subito un intervento chirurgico al feto e una procedura con cellule staminali per consentire ai chirurghi di combattere una condizione rara nel suo bambino: la spina bifida. Questa è stata la seconda volta al mondo in assoluto che questa operazione è stata eseguita su qualcuno.

La spina bifida che colpisce almeno 1.500 bambini ogni anno negli Stati Uniti è stata diagnosticata nel feto 20 settimane dopo la gravidanza di Johnson. Quando la coppia ha scoperto che il loro primo in assoluto bambino insieme sarebbe nato con un disturbo così impegnativo, erano devastati. Il signore e la signora Johnson, entusiasti di incontrare presto il loro bambino e avere un futuro con lui, hanno iniziato a prepararsi per sedie a rotelle e stampelle, tra le altre cose, per migliorare la loro vita.

“Non avevamo idea di cosa avrebbe significato per nostro figlio il destino di quella diagnosi. Ma sapevamo che, qualunque cosa accadesse, amavamo questo bambino e avremmo fatto tutto il necessario per dare al nostro bambino il miglior risultato “, ha detto Johnson.

Tuttavia, Johnson si è imbattuto nell’opzione della chirurgia, una procedura fondamentale che cambia la vita e che potrebbe potenzialmente cambiare l’intero scenario. Tuttavia, questo tipo di intervento chirurgico era stato eseguito solo una volta prima.

Quando Johnson è venuta a conoscenza del primo studio clinico sull’uomo approvato dalla FDA al mondo, chiamato “CuRe Trial: Cellular Therapy for In Utero Repair of Myelomeningocele”, ha deciso di iscriversi. La chirurgia fetale avrebbe riparato il difetto del tubo neurale nel suo bambino.

Johnson ha scoperto che il processo che utilizza le cellule staminali prima della nascita come mezzo per curare la spina bifida. è stato finanziato dal California Institute for Regenerative Medicine. La madre preoccupata fece domanda, pur sapendo che avrebbe dovuto trasferirsi a Sacramento per i prossimi mesi fino al parto.

La sua domanda è stata accettata dopo molteplici proiezioni e interviste. Felicissima, si è preparata per l’imminente operazione che è stata condotta da un team di 40 persone. I medici hanno posizionato le cellule staminali direttamente sul midollo spinale del feto utilizzando un cerotto per correggere il difetto. Fortunatamente il feto ha risposto bene e la procedura ha avuto successo.

“Il posizionamento del cerotto fetale è avvenuto senza intoppi e la madre e il feto hanno fatto benissimo!” ha affermato Diana Farmer, la prima donna chirurgo fetale al mondo, professoressa e presidente di chirurgia presso la UC Davis Health e ricercatrice principale dietro la procedura.

Con un taglio cesareo, Johnson ha dato alla luce un Tobi sano che ora ha tre mesi. Tobi Maginnis è nato con un peso sano di sette libbre e 13 once, senza complicazioni mediche che richiedono un intervento immediato. Tuttavia, il team medico seguirà Tobi per i prossimi 30 mesi per esaminare la sicurezza a lungo termine.

“Mangia bene e sorride molto. Sta davvero bene. È solo una rock star”, ha esclamato Johnson, una settimana dopo la sua nascita.

Source link