Il primo campione di poliovirus dell’anno rilevato nelle acque reflue di Lahore

Un operatore sanitario somministra gocce di vaccino antipolio a un bambino durante la campagna di vaccinazione antipolio porta a porta a Karachi il 23 maggio 2022. — AFP
Un operatore sanitario somministra gocce di vaccino antipolio a un bambino durante la campagna di vaccinazione antipolio porta a porta a Karachi il 23 maggio 2022. — AFP

ISLAMABAD: Il primo campione di poliovirus di quest’anno in Pakistan è stato rilevato martedì in un campione ambientale a Lahore, ha confermato il ministro per i servizi sanitari nazionali, i regolamenti e il coordinamento Abdul Qadir Patel.

In precedenza a Lahore, un caso di virus era stato segnalato nel luglio 2020. Ma è stato rilevato periodicamente nelle acque reflue della città. Nel 2022 quattro campioni ambientali sono stati rilevati positivi al virus.

Trovato nel campione di Gulshan-e-Ravi, il poliovirus è stato rilevato nel novembre dello scorso anno nella provincia afghana di Nangahar, ha affermato il Pakistan Polio Laboratory presso il National Institute of Health (NIH).

Nel frattempo, Patel ha affermato che i due “Paesi sono uniti nella lotta contro il virus e stanno lavorando insieme per debellare” la malattia paralizzante.

Ha rinnovato l’impegno del governo per sradicare completamente la malattia paralizzante dal Paese.

Ha aggiunto che mentre l’isolamento del virus era motivo di preoccupazione, è stato bene notare che è stato rilevato prontamente. “Questo rilevamento tempestivo del virus nell’ambiente è stato fondamentale per proteggere i bambini dall’essere paralizzati dal poliovirus”.

Sottolineando la necessità di vaccinare tempestivamente i bambini, il ministro ha affermato: “L’unico modo per fermare il virus è vaccinare tutti i bambini di età inferiore ai cinque anni. È di fondamentale importanza che i genitori e gli operatori sanitari, in particolare a Lahore, assicurino che il loro bambino sia vaccinato nel round di febbraio”.

Il dottor Shahzad Baig, coordinatore del National Emergency Operations Center (NEOC), ha affermato che “questo non è inaspettato dal momento che il Pakistan e l’Afghanistan sono considerati un blocco epidemiologico in cui i poliovirus si muovono attraverso i confini a causa del diffuso movimento della popolazione”.

Ha aggiunto: “Nell’ultimo anno, abbiamo lavorato a stretto contatto con il programma Afghanistan e abbiamo trattato il virus in entrambi i paesi come fosse nostro. Né il Pakistan né l’Afghanistan possono essere liberi dalla poliomielite finché entrambi i paesi non interrompono la trasmissione».

La campagna di immunizzazione a livello nazionale che si è conclusa il 20 gennaio di quest’anno ha vaccinato i bambini nella divisione di Lahore, mentre ulteriori campagne saranno condotte anche a febbraio e marzo per affrontare l’epidemia.

La poliomielite è una malattia altamente infettiva causata dal poliovirus che colpisce principalmente i bambini di età inferiore ai cinque anni. Invade il sistema nervoso e può causare la paralisi o addirittura la morte.

Sebbene non esista una cura per la poliomielite, la vaccinazione è il modo più efficace per proteggere i bambini da questa malattia paralizzante. Ogni volta che un bambino di età inferiore ai cinque anni viene vaccinato, la sua protezione contro il virus aumenta.

Le vaccinazioni ripetute hanno protetto milioni di bambini dalla poliomielite, consentendo a quasi tutti i paesi del mondo di liberarsi dalla polio, oltre ai due paesi endemici del Pakistan e dell’Afghanistan.

Source link

Previous post La caduta delle decorazioni natalizie causa “danni irreversibili” all’Arena di Verona in Italia
Next post Tosse, raffreddore e influenza: cosa dire e fare se ti ammali in Italia