I grassi trans mettono miliardi a rischio di morte prematura: OMS

Primo piano di una persona che tiene in mano un piatto di legno con fette di margarina.— Pexels
Primo piano di una persona che tiene in mano un piatto di legno con fette di margarina.— Pexels

Lo ha rivelato una recente valutazione dell’Organizzazione mondiale della sanità (OMS). grassi trans mette milioni di persone a un rischio elevato di sviluppare malattie cardiache e morire a causa di esse.

Secondo il rapporto dell’OMS del 2022 sull’eradicazione globale dei grassi trans, i governi devono fare di più per bandire i grassi prodotti industrialmente, che bloccano le arterie e sono spesso presenti in oli da cucina, creme spalmabili, cibi confezionati e prodotti da forno.

I prodotti con grassi trans prodotti industrialmente, come la margarina, sono stati creati dai chimici all’inizio del XX secolo e hanno rapidamente guadagnato popolarità come sostituti meno costosi dei grassi animali come il burro. Inoltre, sono stati regolarmente utilizzati nella produzione alimentare su scala industriale fino agli anni ’90 e si pensava che fossero più sani. Ma questo è stato successivamente dimostrato falso.

“I grassi trans non hanno benefici noti e enormi rischi per la salute che comportano costi enormi per i sistemi sanitari”, ha dichiarato il direttore generale dell’OMS, il dottor Tedros Adhanom Ghebreyesus, in un comunicato stampa.

“Al contrario, l’eliminazione dei grassi trans è conveniente e ha enormi benefici per la salute. In parole povere, i grassi trans sono una sostanza chimica tossica che uccide e non dovrebbero avere posto nel cibo. È ora di sbarazzarsene una volta per tutte”.

L’OMS stima che l’uso di grassi trans in tutto il mondo causi fino a 500.000 morti premature da malattia coronarica ogni anno. Nelle arterie, il colesterolo dannoso può accumularsi a causa dei grassi trans artificiali, secondo la ricerca, aumentando il rischio di malattie cardiache e attacchi di cuore. Alcuni prodotti a base di carne e latticini includono grassi trans naturali, che non si ritiene siano dannosi.

Solo 43 paesi, secondo l’OMS, hanno eliminato i grassi trans prodotti industrialmente, comunemente noti come acidi grassi trans, e il Canada è uno di questi. Queste 43 nazioni, che includono Thailandia, India, Brasile, Stati Uniti e molte parti d’Europa, hanno una popolazione complessiva di 2,8 miliardi. Le migliori pratiche, secondo l’OMS, richiedono di vietare gli oli parzialmente idrogenati come ingrediente alimentare o di limitare la quantità di grassi trans prodotti industrialmente in tutti gli alimenti a due grammi per 100 grammi di grasso.

La maggior parte dei grassi trans prodotti industrialmente negli alimenti proviene da oli parzialmente idrogenati, che sono stati messi fuori legge in Canada nel settembre 2018 insieme a Lettonia, Slovenia e Stati Uniti.

La Danimarca è stata la prima nazione a farlo nel 2004, seguita da Austria nel 2009, Islanda e Sudafrica nel 2011, Cile e Norvegia nel 2014 e Ungheria e Norvegia nel 2015.

Nessuna di queste politiche, tuttavia, è stata attuata nelle nazioni a basso reddito, nonostante siano diffuse in Europa e nelle nazioni più ricche delle Americhe. Ucraina, Messico, Bangladesh e Filippine sono tra i paesi che dovrebbero imporre a breve regolamenti sui grassi trans. Secondo l’OMS, almeno nove nazioni, tra cui Australia, Ecuador, Egitto, Iran, Pakistan e Corea del Sud, devono fare di più per affrontare il problema della mortalità per malattia coronarica legata ai grassi trans.

Source link

Previous post SPIEGATO: Come richiedere un visto di residenza elettiva per trasferirsi in Italia
Next post In che modo lo sciopero dei distributori di benzina in Italia influirà sugli automobilisti?