Gli Stati Uniti trovano il vaccino contro il vaiolo delle scimmie altamente efficace nei primi dati

Salute

Un'infermiera inietta a un paziente un vaccino contro il vaiolo scimmia.  — File AFP
Un’infermiera inietta a un paziente un vaccino contro il vaiolo scimmia. — File AFP

WASHINGTON: Il vaccino contro il vaiolo delle scimmie è altamente efficace, proteggendo le persone già due settimane dopo la prima dose, hanno affermato mercoledì i Centri statunitensi per il controllo e la prevenzione delle malattie.

Un’analisi preliminare pubblicata dall’agenzia ha rilevato che tra il 31 luglio e il 3 settembre, le persone non vaccinate avevano 14 volte il rischio di contrarre il vaiolo delle scimmie rispetto alle persone vaccinate, 14 giorni o più dopo il primo colpo.

I risultati si basavano su infezioni confermate da 32 giurisdizioni in tutto il paese. Gli Stati Uniti hanno visto più di 25.000 casi nell’attuale epidemia, iniziata a maggio di quest’anno e che ha colpito principalmente uomini che hanno rapporti sessuali con uomini.

“Questi nuovi dati ci forniscono un livello di cauto ottimismo sul fatto che il vaccino funzioni come previsto”, ha detto ai giornalisti il ​​direttore del CDC Rochelle Walensky durante un briefing.

“Anche alla luce di questi dati promettenti, consigliamo vivamente alle persone di ricevere due dosi di vaccino Jynneos distanziate di 28 giorni l’una dall’altra per garantire una protezione immunitaria duratura e duratura contro il vaiolo delle scimmie”, ha aggiunto.

Nonostante sia stato approvato, non esiste ancora una stima di efficacia confermata per il vaccino Jynneos contro il vaiolo delle scimmie, perché studi precedenti avevano esaminato solo gli animali e misurato i dati sulla risposta immunitaria umana.

Più di 66.000 casi di vaiolo delle scimmie sono stati rilevati a livello globale, ma da agosto sono diminuite nuove infezioni.

Gli Stati Uniti hanno somministrato più di 680.000 dosi del vaccino Jynneos, concentrando i propri sforzi su uomini gay e bisessuali, nonché su persone transgender e di genere diverso.

Il vice coordinatore della risposta al vaiolo delle scimmie della Casa Bianca, Demetre Daskalakis, ha affermato che la strategia di lancio sta entrando in una nuova fase in cui il vaccino sarebbe stato offerto a persone senza precedente esposizione, piuttosto che dopo un’esposizione nota.

“Questa nuova strategia significa che più persone che potrebbero essere a rischio attuale o futuro per il vaiolo delle scimmie ora si qualificano per il vaccino”, ha affermato.

Al fine di ridurre lo stigma, una nuova guida consentirebbe agli operatori sanitari di somministrare il vaccino in aree meno visibili, inclusa la spalla o la parte superiore della schiena, invece dell’avambraccio, ha aggiunto.

Source link