$ 2,6 miliardi si sono impegnati nella spinta globale per eliminare la poliomielite, ma sono più necessari

Salute

A un bambino vengono somministrate gocce per la poliomielite da un operatore sanitario.  — File AFP
A un bambino vengono somministrate gocce per la poliomielite da un operatore sanitario. — File AFP

GINEVRA: Martedì, un piano quinquennale globale per eradicare la polio ha ricevuto impegni per circa 2,6 miliardi di dollari, ma per completare l’operazione è necessario quasi il doppio, ha affermato l’Organizzazione mondiale della sanità.

Pur accogliendo con favore le generose promesse, l’agenzia sanitaria delle Nazioni Unite ha sottolineato che c’è ancora molta strada da fare per eliminare la malattia virale paralizzante e potenzialmente fatale entro il 2026.

Ha indicato un aumento dei casi rilevati quest’anno, anche in paesi a lungo considerati liberi dal virus altamente contagioso e spesso paralizzante, che colpisce principalmente i bambini di età inferiore ai cinque anni.

“I nuovi rilevamenti di poliomielite quest’anno nei paesi precedentemente liberi dalla poliomielite ricordano chiaramente che se non raggiungiamo il nostro obiettivo di porre fine alla polio ovunque, potrebbe ripresentarsi a livello globale”, ha affermato il direttore generale dell’OMS Tedros Adhanom Ghebreyesus.

“Dobbiamo ricordare le sfide significative che abbiamo superato per arrivare così lontano contro la poliomielite, mantenere la rotta e finire il lavoro una volta per tutte”.

In tutto, la Global Polio Eradication Initiative (GPEI), una partnership pubblico-privato che annovera l’OMS tra i suoi principali partner, afferma di aver bisogno di 4,8 miliardi di dollari per la sua strategia 2022-2026 per superare gli ultimi ostacoli all’eliminazione della malattia.

Durante il Vertice mondiale sulla salute a Berlino, la prima grande opportunità per offrire sostegno, i paesi e le organizzazioni hanno confermato che avrebbero coperto una fetta significativa del fabbisogno di finanziamento.

Quasi la metà dell’importo proveniva dalla Bill and Melinda Gates Foundation, che ha affermato che lancerà 1,2 miliardi di dollari.

Il Rotary International ha promesso 150 milioni di dollari, gli Stati Uniti 114 milioni di dollari e la Germania 72 milioni di dollari.

“Nessun posto è sicuro fino a quando la poliomielite non sarà stata eradicata ovunque”, ha affermato il ministro tedesco della Cooperazione e dello sviluppo economico Svenja Schulze.

“Finché il virus esiste ancora da qualche parte nel mondo, può diffondersi”.

Un enorme sforzo globale negli ultimi decenni si è avvicinato all’eliminazione della poliomielite.

I casi sono diminuiti del 99% dal 1988, quando la malattia era endemica in 125 paesi e sono stati registrati 350.000 casi in tutto il mondo.

La versione selvaggia del virus ora esiste solo in Afghanistan e Pakistan, sebbene anche Malawi e Mozambico abbiano rilevato casi di poliomielite selvaggia importati nel 2022.

E un tipo di vaccino che contiene piccole quantità di poliomielite indebolita ma viva provoca ancora focolai occasionali altrove, come è accaduto di recente negli Stati Uniti e in Gran Bretagna.

Il vaccino contro la poliomielite orale si replica nell’intestino e può essere passato ad altri attraverso l’acqua contaminata dalle feci, il che significa che non danneggerà il bambino che è stato vaccinato ma potrebbe infettare i vicini in luoghi in cui i livelli di immunizzazione sono bassi.

Source link